BorderLayoutBoxedLayoutOpenLayout Maximum textMedium textSmall text

Registrazione
giovedì 14 dicembre 2017
Open Data per lo sviluppo di servizi innovativi Riduci
Il Decreto Crescita 2.0 promuove gli Open Data, introducendo l’obbligo per le PA di rendere disponibili i dati pubblici in formato aperto.
Gli Open Data hanno una duplice finalità: 
  1. Trasparenza e accountability dell’azione pubblica;
  2. Innovazione nei servizi, attraverso il riutilizzo dei dati pubblici per l’erogazione di servizi a valore aggiunto.
E’ pertanto in questo secondo filone che si inseriscono gli effetti di MCloud.
 
  
Open Data per le imprese Riduci
Le imprese possono sviluppare servizi (tipicamente apps per mobile) e venderli ad una platea di utenti molto vasta (26 mln di smartphone in Italia).
I marketplace delle apps hanno infatti creato un business model che può rendere autosostenibile il mercato dei servizi, anche quelli di pubblica utilità, basati cioè sugli Open Data della PA.
Molte start-up stanno nascendo su idee innovative di servizi basati sugli Open Data. Quindi la maggior ricchezza di Open Data si traduce in maggior sviluppo di nuovi business.
 
  
Da Open Data a Open Service Riduci
La Pubblica Amministrazione ha avviato da alcuni anni un percorso attuativo del concetto di “Open Data”, con la messa a disposizione in rete, tramite portali web, delle molte fonti informative delle Pubbliche Amministrazioni e delle aziende pubbliche.
 
Il passo successivo sono gli “Open Service” in grado di stimolare:
lo sviluppo di applicazioni che, elaborando i dati disponibili, siano in grado di fornire servizi a valore aggiunto alla società nel suo complesso.
la creazione di nuove imprese o la trasformazione del tessuto esistente dal settore manifatturiero a quello del terziario avanzato.
MCloud è l’infrastruttura di cloud computing abilitante per mettere a disposizione dell’utenza (cittadini ed operatori di settore) servizi “anytime” e “anywhere” innovativi.
 
  
Open Service per la trasformazione del sistema delle imprese Riduci
  • L’impatto di MCloud è più ampio in quanto l’economia digitale è in grado di attivare nuovi business in tutti i settori (e non solo nel settore ICT) e di innovare i business esistenti, trasformando così il sistema delle imprese e accompagnandone la transizione dal manifatturiero al terziario avanzato.
  • L’avvio di un ciclo di sviluppo fondato sull’economia digitale è destinato a cambiare il business di tanti soggetti economici in tutti i settori.
  • L’obiettivo è generare servizi innovativi nei business tradizionali, grazie al digitale, a sua volta abilitato da MCloud.
  • MCloud è in grado quindi di accelerare la curva di esperienza che inibisce spesso i processi di innovazione, innescando un circolo virtuoso di cui può beneficiare l’intero tessuto economico marchigiano.
  • In particolare l’economia creativa, basata sui saperi specialistici, può trarre considerevoli benefici dalla digitalizzazione e dalla distribuzione in rete, se supportata dai corretti modelli di business.
  
MCloud per l’innesco di un ciclo di sviluppo basato sul digitale Riduci
  • MCloud, attraverso la messa a disposizione di infrastrutture, open data e servizi a valore aggiunto, è in grado di accelerare due fenomeni:
    • La nascita di nuove imprese (start-up innovative) in grado di erogare su MCloud servizi innovativi a cittadini e imprese, basati sui dati messi a disposizione; 
    • Abilitare le imprese tradizionali ad erogare servizi digitali, innovando i processi di business e aggiungendo gradualmente valore al loro business 
  • I due fenomeni possono essere correlati, e cioè le start-up vanno ad arricchire le filiere produttive tradizionali con nuovi intermediari di servizi digitali.
  • Con il tempo questo fenomeno può essere la base anche per processi di internazionalizzazione di queste nuove imprese, che possono rivendere la loro esperienza nelle stesse filiere produttive in altri Paesi (es. Paesi emergenti).
 
  

Regione Marche Giunta Regionale-via Gentile da Fabriano, 5 - 60125 Ancona - tel. 071.8061