BorderLayoutBoxedLayoutOpenLayout Maximum textMedium textSmall text

Registrazione
giovedì 14 dicembre 2017
La posizione delle regioni Riduci
In data 6 Giugno 2012 la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha approvato il documento n. 12/85/CR5b/C2 “Contributo delle Regioni all’Agenda Digitale Italiana (ADI)”. La posizione congiunta delle Regioni mira ad evidenziare come, accanto alla previsione di nuove iniziative, condivise e concretamente proposte sui tavoli di lavoro ADI, sia importante dare priorità e compimento ad interventi fondanti già avviati, sulle quali le Regioni (nel loro complesso e singolarmente) e lo Stato hanno già investito molto in termini finanziari e non solo, e che rappresentano una base su cui è necessario si poggi qualsiasi strategia di attuazione dell’amministrazione digitale italiana, ovvero :
  • Interoperabilità e cooperazione applicativa;
  • Carta Nazionale Servizi e identità digitale online;
  • Circolarità anagrafica e revisione normativa del regolamento INA/SAIA;
  • Amministrazione digitale senza carta;
  • Geo-referenziazione (Infrastruttura dati territoriali o Catasto Territorio);
  • Sanità elettronica;
  • Open Data;
  • Riuso informatico;

Scarica il documento ufficiale: la posizione delle Regioni sull'Agenda Digitale Italiana

 

  

Regione Marche Giunta Regionale-via Gentile da Fabriano, 5 - 60125 Ancona - tel. 071.8061