BorderLayoutBoxedLayoutOpenLayout Maximum textMedium textSmall text

Registrazione
giovedì 14 dicembre 2017
Smart Gov Riduci

 

 

Marche DigiP Polo archivistico di conservazione

La Regione ha progettato e iniziato a realizzare un polo di conservazione digitale a norma in grado di garantire l’archiviazione centralizzata e conservazione dei documenti informatici di rilevanza giuridica prodotti dai vari enti pubblici ed istituzioni attraverso gli strumenti di automazione dei rispettivi iter burocratici. L’obiettivo è quello di conservare i contenuti digitali in modo più efficace e con un migliore rapporto costo-benefici, tutelando la loro autenticità e integrità, riducendo in modo significativo la perdita di informazioni insostituibili, garantendo che tali informazioni possano essere riutilizzate nel futuro. Le risorse documentali gestite potranno essere rese accessibili per la condivisione del patrimonio documentale in formato digitale e per aggiungere valore ai servizi in contesti formativi, scientifici e di divertimento.

 

 

Banca dati regionale integrata dei procedimenti amministrativi

Il progetto di respiro regionale, partendo dai procedimenti amministrativi di competenza dello Sportello Unico Attività Produttive intende realizzare una banca dati regionale al fine di costituzione un registro dei procedimenti (non solo relativi alle imprese) con la possibilità di  estensione del registro con dei metadati per la gestione dell’iter documentale/ conservativo e di integrazione della modulistica uniforme nel territorio regionale. Tale registro potrà esporre specifiche funzioni per l’integrazione con sistemi di BPM ed in generale con le piattaforme regionali citate ed essere utilizzato anche per ospitare l’elenco dei procedimenti di enti diversi dalla Regione. Il sistema dovrà essere in grado di colloquiare con i sistemi di enti terzi (ed in particolare con i sistemi di protocollo) attraverso architettura SPCoop delineata a livello regionale

 

GiustO 2.0

Sistema dei Giustificativi On-line per l’informatizzazione del flusso di produzione, sottoscrizione, trasmissione, registrazione, verifica e approvazione dei giustificativi (richieste ferie, permessi, assenze temporanee etc.). I documenti sono sottoscritti digitalmente del dipendente e dal dirigente autorizzante.

 

 

IPA Strategico: Iniziativa Open Data

Nell’ambito del programma IPA Adriatico – Cross Border Cooperation 2007-2013 – nasce una proposta strategica regionale con l’obiettivo di promuovere, nella macroregione Adriatico-Ionica, iniziative di cooperazione in diversi ambiti: economico (business, ricerca e innovazione, distretti industriali e smart specialization), finanziario, socio-sanitario (sistemi di prossimità e assistenza domiciliare), istituzionale. In particolare, tra le iniziative previste :

  • Supportare  la costituzione di nuovi modelli di reti di cooperazione socio-sanitaria transnazionali nell’area adriatico-ionica attraverso il rafforzamento dell’utilizzo di strumenti ICT innovativi (web 3.0 o web semantico) per l’erogazione di servizi telematici innovativi e di qualità.
  • Lanciare la “Adriatic Ionian Open Data Initiative” per promuovere l’utilizzo di Internet come principale canale di diffusione dei dati pubblici, resi liberamente accessibili  a tutti, senza restrizioni di copyright, brevetti o altre forme di credito, in modo da permettere dal basso (su base volontaristica o quale modello di sviluppo economico), a costi più ridotti, la generazione di soluzioni informatiche creative ai problemi sociali più sentiti.

 

ODIN Gov - Open Data INovation for Government

Progetto finalizzato alla diffusione di soluzioni Open Data per le pubbliche amministrazioni.

 

 

Geo-Servizi

un’infrastruttura di servizi per la condivisione, l’integrazione e cooperazione del patrimonio dei dati geografici del territorio regionale finalizzato ad offrire servizi avanzati di tipo geografico a enti locali e cittadini e divulgare i dati geografici anche in un’ottica di “Open Data”

Toponomastica
Il Progetto di riuso “Marius - Le Marche riusano” intende realizzare il “Sistema Interscambio Toponomastica Regionale”, tramite il Sistema Pubblico di Connettività (SPC), con la finalità di contribuire alla formazione di una Toponomastica Ufficiale a livello nazionale (in sigla “TPN”), continuamente aggiornata/certificata dai soggetti titolari dei relativi dati, grazie anche alle infrastrutture predisposte dalle Regioni, conservata e resa disponibile dall’Agenzia del Territorio come strumento fondante ed essenziale, in particolare, per l’interscambio di dati territoriali previsto dall’art. 59 del CAD.
SIRA  (Sistema Informativo Ambientale Regionale) 
Il progetto SIRA intende  sviluppare un sistema integrato di monitoraggio e conoscenza ambientale in grado di rappresentare e simulare con efficacia e continuità la “realtà ambientale” con l’obiettivo di fornire quadri di riferimento ambientale atti a garantire una base informativa nell’ambito dei compiti istituzionali della Regione Marche,  quali ad esempio programmi di pianificazione, verifica e valutazione di impatto ambientale, valutazione ambientale strategica. Il SIRA si svilupperà in accordo alla specifiche della rete SINAnet contribuendo così alla costruzione del “Sistema Informativo Nazionale Ambientale” SINA.  
Small Business Act principio 5: Accesso ai Bandi pubblici
  • Sistema regionale per il monitoraggio dei contratti pubblici - La Regione Marche sta realizzando il Sistema Informativo dell’Osservatorio Regionale dei contratti pubblici, al fine di dare maggior trasparenza alle procedure di appalto indette da enti locali nella regione nell’ambito dei lavori, dei servizi e delle forniture dal bando alla esecuzione del contratto. I dati rielaborati potranno essere utilizzati dalle strutture competenti in materia e divulgare a fini conoscitivi della realtà degli appalti nella Regione Marche
  • TEO - Il progetto TEO (TENDER OPPORTUNITIES) persegue alcune delle finalità previste dallo SMALL BUSINESS ACT europeo, con riferimento al principio 5 ovvero alla necessità di adeguare l’intervento politico pubblico alle esigenze delle PMI, facilitandone la partecipazione agli appalti pubblici. Il progetto mira infatti a far evolvere una infrastruttura per l’interoperabilità e l’interrogazione delle banche dati locali, in modo condiviso con i principali fornitori di servizi software operanti nel settore, al fine di permettere agli enti locali di pubblicizzare in maniera più efficace, integrata e coordinata e secondo standard semantici condivisi le opportunità di gara nei confronti delle imprese
Sistema regionale pagamenti on-line
La Regione Marche ha avviato, nell’ambito del progetto Marius, un progetto specifico per la gestione dei pagamenti on line relativo alla costituzione di un nodo a livello regionale con funzioni di intermediazione tecnologia ed infrastrutturale tra il gateway dei pagamento in via di predisposizione da parte del Digitpa, i prestatori di servizi di pagamento e le amministrazioni pubbliche locali. Il sistema regionale dei pagamenti online consentirà al cittadino di visualizzare tramite una unica interfaccia tutti i pagamenti che deve effettuare. Tra i servizi previsti ci sarà il pagamento online delle prestazioni sanitarie, attraverso un’integrazione bidirezionale con il Cup Unico Regionale.

 

 

 

 

  

Regione Marche Giunta Regionale-via Gentile da Fabriano, 5 - 60125 Ancona - tel. 071.8061