BorderLayoutBoxedLayoutOpenLayout Maximum textMedium textSmall text

Registrazione
sabato 21 ottobre 2017
L'evoluzione del sistema economico produttivo Riduci

 

 

 

dai DISTRETTI INDUSTRIALI LOCALI

  • Processi organizzativi ed operativi fondati sulla conoscenza interpersonale diffusa, in ambiti territoriali localizzati
  • Modello guidato dall’offerta di prodotti della manifattura, dell’artigianato e dei servizi
  • Valore: Singoli elementi fisici e locali di produttività; Saper fare tacito ed implicito
 

 

 

 

alla CLUSTERIZZAZIONE dei MODELLI di BUSINESS

  • Processi di innovazione d’uso e costruzione di reti di impresa globalizzate – soprattutto attraverso strumenti ICT, di contatto e di collaborazione virtuale ed in mobilità
  • Dimensione sempre più internazionale = ultra-competitività e forte influenza domanda estera e sue specificità, necessità forte integrazione di filiera e tra domanda-offerta multisettoriale
  • Valore: Tecnologia; Trasferimento conoscenza; Comunicazione e percezione del prodotto finale
 
  
Trasformazione digitale del sistema delle imprese Riduci
 
  • L’economia digitale è in grado di attivare nuovi business in tutti i settori (e non solo nel settore ICT) e di innovare i business esistenti, trasformando così il sistema delle imprese e accompagnandone la transizione dal manifatturiero al terziario avanzato.
  • L’avvio di un ciclo di sviluppo fondato sull’economia digitale è destinato a cambiare il business di tanti soggetti economici in tutti i settori.
  • L’obiettivo è generare servizi innovativi nei business tradizionali, grazie al digitale.
  • In tale contesto diventa indispensabile agevolare e mettere in atto processi di trasformazione del settore manifatturiero tradizionale, di potenziamento del settore terziario avanzato in integrazione col tessuto industriale ed artigianale, di investimento nell’economia digitale, nella formazione di risorse umane adeguate sul versante dell’impiego delle tecnologie informatiche e della telecomunicazione, nell’attrazione di competenze specialistiche sul territorio, etc.
 
  
Contesto ed esigenze ICT del sistema delle imprese Riduci
 
Dal lato della domanda, il sistema di produzione marchigiano è caratterizzato da un alto tasso di presenza di microimprese, che manifestano ancora difficoltà e resistenze alla diffusione delle tecnologie ICT; dal lato dell’offerta, talune imprese marchigiane hanno già avviato linee di business focalizzate sull’erogazione di servizi evoluti, organizzati e distribuiti in cloud, ma spesso:
  • Non riuscendo a raggiungere dimensioni sufficienti a garantire ottimi livelli di servizio un buon grado di esperienza e competenza professionale, la capacità di innovare, evolversi ed aggiornarsi velocemente rispetto all’introduzione delle nuove tecnologie ICT o addirittura sostenibilità e redditività del business;
  • Avvalendosi di tecnologie proprietarie (basate su meccanismi di licensing che di fatto esternalizzano alcuni fattori produttivi legati alle tecnologie e alle competenze digitali);
  • Ricorrendo in tutto od in parte a prestazioni fornite da provider residenti in aree territoriali al di fuori dalla nostra regione. Il ricorso ad “energie esterne” al sistema, benchè essenziale dal punto di vista della concorrenza tra imprese in un mercato comune, ha evidenti ripercussioni sugli aspetti legati alla sicurezza e alla protezione dei dati, con riflessioni sugli aspetti contrattuali nel caso di fornitori extra-europei, ma è anche una possibile causa della perdita di terreno della nostra economia sul fronte della competitività del territorio e della creazione di nuovi posti di lavoro.
  
Mcloud.B&R ed eCluster: un circolo virtuoso Riduci
 
Progetti strategici per la crescita digitale:
  1. Mcloud.B&R per la riorganizzazione del sistema di erogazione dei servizi privati alle imprese
  2. iniziativa Marche eCluster volta alla costituzione di un distretto tecnologico diffuso
 
Per accompagnare il processo di trasformazione economica in atto ed innescare un circolo virtuoso a beneficio dell’intero tessuto economico marchigiano occorre :
  • Agire sulle filiere di innovazione digitale -> in grado di affiancare e stimolare le aziende marchigiane nella produzione di beni a valore aggiunto e nell’erogazione o nell’utilizzo di servizi sempre più innovativi e digitali
  • Concentrare risorse non solo sull’indotto delle piccole imprese specializzate nella progettazione, realizzazione ed erogazione di servizi digitali e telematici in ambito cloud, ma anche costruendo infrastrutture abilitanti su scala regionale orientate al servizio delle imprese verso le imprese (le PMI manifatturiere potranno occuparsi delle idee più che delle tecnologie informatiche che le realizzano o le rendono possibili ed implementabili, accelerando la curva di esperienza che spesso inibisce i processi di innovazione)
  • In particolare l’economia creativa, basata sui saperi specialistici, può trarre considerevoli benefici dalla digitalizzazione e dalla distribuzione in rete, se supportata dai corretti modelli di business
  
Mcloud.B&R, AICloud, eCluster: sviluppo basato sul digitale Riduci
 
ECluster, Mcloud, AICloud: attraverso la messa a disposizione di infrastrutture, open data e servizi a valore aggiunto, sono progetti in grado di accelerare due fenomeni:
  1. La nascita di nuove imprese (start-up innovative) in grado di erogare tramite il cloud servizi innovativi a cittadini e imprese, anche basati sui nuovi dati messi a disposizione; 
  2. Abilitare le imprese tradizionali ad erogare servizi digitali, innovando i processi di business e aggiungendo gradualmente valore al loro business;
I due fenomeni possono essere correlati, e cioè le start-up vanno ad arricchire le filiere produttive tradizionali con nuovi intermediari di servizi digitali.
Con il tempo questo fenomeno può essere la base anche per processi di internazionalizzazione di queste nuove imprese, che possono rivendere la loro esperienza nelle stesse filiere produttive in altri Paesi (Paesi emergenti, Macroregione Adriatico-Ionica).
 
  

Regione Marche Giunta Regionale-via Gentile da Fabriano, 5 - 60125 Ancona - tel. 071.8061